Menu Chiudi

Quali sono i migliori isolanti termoacustici?

migliori isolanti termoacustici

L’isolamento termoacustico degli spazi è una delle questioni più rilevanti, nel mondo della ristrutturazione e non solo. Isolare gli spazi, termoacusticamente, è molto importante, soprattutto se viviamo in città. In questo senso, optare per isolanti termoacustici ci aiuterà senza dubbio a risparmiare sul riscaldamento, ma anche a giovare di un po’ di silenzio nei momenti di totale relax.

Non tutti gli isolanti, però, funzionano allo stesso modo. Ogni abitazione può aver bisogno di soddisfare specifiche esigenze: di conseguenza, sarà opportuno affidarsi a isolanti specifici e particolari.

Quali sono gli isolanti migliori? Vediamoli insieme!

I materiali isolanti più utilizzati

Pur esistendo in commercio tantissime tipologie tra i migliori isolanti termoacustici, ce ne sono almeno cinque tra i più diffusi in assoluto, ognuno con i suoi pro e i suoi contro, a seconda delle specifiche esigenze. 

  • La fibra di vetro è forse la più diffusa di tutte ed è capace di ridurre al minimo le fonti di calore, se utilizzata come riempimento nelle contropareti o nei controsoffitti. Il grande svantaggio è dato dalla delicatezza e potenziale pericolosità di questo materiale, che va maneggiato con cura e fatto utilizzare da persone esperte. A parte questo, è un materiale molto versatile e certamente utile, soprattutto per isolare termicamente gli spazi.
  • La lana minerale può essere sia quella di vetro che quella di roccia, per esempio. È un materiale piuttosto resistente a fuoco e fonti di calore ed è perfetta per isolare grandi spazi.
  • La cellulosa è forse il materiale più ecologico con cui isolare termoacusticamente uno spazio. Perfetta per ridurre al minimo i danni provocati da un incendio, soprattutto perché non contiene ossigeno al suo interno, la cellulosa è un ottimo aiuto per isolare gli spazi. L’unico svantaggio può essere dato dal rischi di allergie.
  • La schiuma di poliuretano è una sostanza molto leggera e facile da reperire, è piuttosto economica e ha una buona resistenza al fuoco. Questo tipo di materiale è anche molto versatile, quindi si adatta più o meno a tutte le esigenze e abitazioni.
  • Il polistirene è una schiuma termoplastica impermeabile, perfetta per l’isolamento termoacustico in genere. Trattandosi di un materiale altamente infiammabile, deve essere protetto da una sostanza chimica e ignifuga, detta HBCD, altamente tossica. Per questo motivo, il polistirene può essere installato solo da professionisti del settore. 

 Isolanti termoacustici: quali sono i costi? 

I costi di un isolante termoacustico sono variabili, soprattutto dai materiali utilizzati, ma anche a seconda delle dimensioni o dello spessore del pannello che si intende realizzare. Un prezzo di partenza potrebbe aggirarsi intorno alle 100€ al mq., ma il prezzo tende a salire sensibilmente se parliamo di isolanti naturali o biologici, per esempio. Più economici, invece, sembrano essere gli isolanti minerali o sintetici, ma tanto dipende anche in questi casi dal tipo di abitazione o luogo che si andrà a isolare. 

Prima di fare una scelta affrettata, in ogni caso, affidatevi a personale attento e qualificato, che saprà consigliarvi al meglio verso la scelta più saggia e, ovviamente, più economica. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *