Menu Chiudi

Piastrelle in cotto: quale stucco scegliere per non sbagliare?

piastrelle in cotto

Il cotto è un materiale edile che nasce prima come artigianale e solo successivamente diventa industriale. Si ottiene da un particolare trattamento che prevede la cottura dell’argilla e può variare nei colori dall’ocra rossa fino al rosso amaranto. Il cotto si utilizza spesso nei rivestimenti o come pavimento, soprattutto per cucine o zone living di case indipendenti, magari al mare o in campagna. Posare le piastrelle in cotto è molto facile, ma è fondamentale utilizzare lo stucco giusto. Come fare, però, a sceglierlo senza sbagliare? 

Il pavimento in cotto riscalda gli ambienti. Quante volte avete sentito dire una frase simile? La verità è che il cotto ci ricorda spesso le case delle nostre nonne o rimanda a qualcosa che riguarda la nostra infanzia. Di conseguenza, il cotto ci fa sentire a casa e trasforma la nostra casa, appunto, in un luogo caldo, accogliente, familiare. 

Posare le piastrelle in cotto: ecco come fare 

Per posare le piastrelle in cotto occorre uno stucco apposito, che si può acquistare già pronto presso i rivenditori autorizzati. Di base, però, è molto importante bagnare costantemente la parte da stuccare, cioè le fughe che si trovano tra le mattonelle: in questo modo, quando lo stucco cola non c’è rischio che il pavimento lo assorba, sporcando in qualche modo la superficie e rischiando poi di rovinarla.

Lo strato di stucco specifico per piastrelle in cotto deve essere molto spesso, perché così può agevolare il livellamento di irregolarità sulla suprficie. Trattandosi di un lavoro che si deve svolgere su superfici umide, è sconsigliato utilizzare prodotti idrorepellenti prima di stuccare il cotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *